ANTIDREPRESSIVI IN GRAVIDANZA DANNEGGIANO IL NEUROSVILUPPO?

ANTIDREPRESSIVI IN GRAVIDANZA DANNEGGIANO IL NEUROSVILUPPO?

Un recente studio pubblicato su PEDIATRISS suggerisce che l’esposizione in utero agli ANTIDEPRESSIVI potrebbe danneggiare il NEUROSVILUPPO del bambino anche se i risultati non consentono ancora di trarre conclusioni solide in questo senso.

Questi dati si aggiungono alla letteratura emergente che rivela un’associazione tra esiti accademici negativi nella prima infanzia e difficoltà nel linguaggio dei bambini le cui madri avevano un’indicazione clinica per disturbi di ansia o dell’umore nella gravidanza e sono state trattate con antidepressivi come affermato da DEEP SINGAL dell’UNIVERSITA’ di MANITOBA autore di uno studio che ha preso in esame più di 3000 bambini. In base allo studio, ogni 19 donne che hanno assunto antidepressivi, un bambino si trovava a rischio di vulnerabilità sul neurosviluppo.

Va considerato che le donne in gravidanza se depresse, hanno minori probabilità di ricercare un’assistenza appropriata, potrebbero non mangiare in modo consono o dormire a sufficienza e sono a maggior rischio di depressione post-parto. E’ dunque necessario pesare rischio/beneficio circa l’uso degli antidepressivi. a questo riguardo è necessario caldeggiare un approccio non farmacologico ai disturbi d’ansia, valutando con attenzione insieme al proprio ginecologo la possibilità di assumere fitoterapici, farmaci omeopatici e soprattutto sfruttare quelle tecniche che hanno ormai ricevuto una validazione scientifica per ridurre i disturbi d’ansia:

MASSAGGI

RESPIRAZIONE GUIDATA

ESERCIZIO TERAPIA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *